Sticker per strada. La segnaletica stradale reinventata da Clet Abraham

clet7x

Il traffico delle nostre città, si sa, è una delle situazioni più fastidiose che ci troviamo a fronteggiare ogni giorno. A dare un tocco di originalità e fantasia (senza rinunciare a lanciare spunti di riflessione) a quei segnali stradali che ci accompagnano silenziosamente lungo la strada ci pensa Clet Abraham ( (Quimper, Bretagna, Francia, 1966), artista francese che da anni vive ed opera in Italia, che ha fatto della cartellonistica stradale il fondo su cui applica le sue opere e dove quindi dà vita alla sua poetica di urban artist.

clet1x

Le sue installazioni on the road modificano la segnaletica attraverso l’applicazione di stickers disegnati e sagomati sulla forma specifica di ciascun cartello  e creano così nuove immagini irriverenti e provocatorie che invitano il passante distratto o l’automobilista stressato ad un attimo di riflessione o più facilmente ad un sorriso.

clet31x_cut

Clet, definito da molti il Banksy bretone ma che ama definirsi un semplice sticker urban artist, assicura che la manipolazione dei cartelli non ne pregiudica il messaggio originario e che i suoi blitz notturni vogliono comunicare un semplice messaggio: la cultura è movimento. Purtroppo non tutti la pensano così: recentemente l’amministrazione comunale di Siena, teatro di una delle ultime incursioni dell’artista,  ha rimosso  immediatamente gli sticker suscitando non poche polemiche tra gli amanti della street art, della comunicazione e dell’arte in generale.

Vuoi scoprire come arredare con stile e creatività le pareti di casa e ufficio?

Dai un’occhiata al nostro shop e scegli gli adesivi murali di Spazioadesivi.it: