L’arte sui muri e la East Side Gallery di Berlino

La East Side Gallery di Berlino è considerata la più lunga galleria d’arte all’aperto del mondo. Realizzata in maniera estemporanea sul lato orientale del Muro di Berlino da circa 106 murales di artisti provenienti da ogni parte del mondo.

Tra i graffiti, i più famosi sono quelli del bacio fra Erich Honecker e Leonid Brežnev, nonché quello della Trabant che sfonda il muro.

La galleria di graffiti è presente anche al lato opposto a quello lungo la Mühlenstrasse, nelle sezioni di muro (più sporadiche) che guardano a ovest. Nel lato interno i disegni cambiano con più frequenza.

La East Side Gallery si trovava, ai tempi della divisione,  a Berlino est (da qui il nome). La caratteristica curiosa di questa parte del muro è che, pur essendo sul lato che guardava ad est, fu costruito come il “muro di confine 75″, il muro di quarta generazione che guardava ad ovest. Al momento della caduta del muro, la futura East Side Gallery era bianca e immacolata: questa sorta di enorme tavolozza fu offerta agli artisti di murales dell’epoca perché la dipingessero. A questa circostanza si deve la conservazione, sotto tutela artistica, dell’unico pezzo di muro di Berlino che ancora oggi permette di capire cosa davvero rappresentasse questa ingombrante presenza nel cuore della città. C’è da ipotizzare, infatti, che la sua conversione in galleria pittorica a cielo aperto l’abbia salvata dall’abbattimento.

east_side_gallery

rene-ehrhardt

peace

004-murales-muro-berlino

curriculum

East Side Gallery de Berlin

east_side_gallery1

east-side-gallery (1)

east-side-gallery

 

Il primo murales fu dipinto da Christine Mac Lean nel dicembre 1989, poco dopo la caduta del muro. Ci sono anche pitture di Kasra Alavi, Kani Alavi, Jim Avignon, Thierry Noir, Ingeborg Blumenthal, Ignasi Blanch iGisbert e molti altri.

 

Anche i muri di casa possono essere salvati dalla loro bianca monotonia con  messaggi, anche personalizzabili, ispirati ai geni della Street Art come Banksy su Spazioadesivi.it